Ancora su CILFIT: il “dialogo” continua